Informazioni personali

La mia foto
Mi chiamo Maria e sono una gran mangiona. Mi piace tutto ad eccezione del cibo cucinato male. Mi piace cucinare sempre nuove pietanze e quando non ho piatti e padelle da lavare, mi sento triste. La mia cucina è ricchissima di caccavelle di tutti i tipi; il solo vederle in un negozio mi fa soffrire: le voglio a casa mia!!! Prediligo i dolci e tutti gli impasti lievitati ma non disdegno il resto. La mia vita ruota intorno a due pilastri: la culinaria e la scuola infatti, se mi cercate, mi trovate o in cucina o in un'aula scolastica. Ho aperto questo blog per conservare le ricette provate e poi perchè non voglio essere obsoleta e desidero dimenticare il buon vecchio quaderno di ricette scritte a mano.

Cerca nel blog

lunedì 18 settembre 2017

Il couscous con pollo e verdure

6

Da buona trapanese adoro il couscous ( con la semola da incocciare oppure precotto ) preparato in tanti modi.

Oggi è con il pollo!


Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it


Ingredienti:

Due cosce di pollo ( divise in quattro pezzi ) – 900 g di couscous precotto – due cipolle rosse – 150 g di pomodori pelati – un litro di acqua – due piccole zucchine genovesi – un peperone rosso – due cucchiaini di harissa – un cucchiaino di curcuma – un cucchiaino di cumino – un po’ di zenzero in polvere – un peperoncino rosso ( oppure peperoncino secco in polvere ) – un cucchiaino di pepe rosa – un cucchiaino di semi di coriandolo – olio extravergine d’oliva – sale -



In un largo tegame mettere a rosolare in olio le due cipolle rosse tritate. Aggiungere l’harissa e tutti gli aromi ( meglio se prima pestati nel mortaio ) e, subito dopo, il pollo a pezzi lievemente salato. Dopo aver rosolato il tutto, aggiungere l’acqua, i pomodori pelati, il peperone e le zucchine genovesi tagliati a grossi pezzi. Cuocere per circa un’ora controllando la cottura del pollo.Filtrare il brodo e versarlo sul couscous precotto seguendo le istruzioni del pacco contenente il couscous.Alla fine condire il couscous con le verdure ed il pollo sfilettato.

2



3


5

lunedì 11 settembre 2017

Le friselle di Altamura al pomodoro e capperi di Pantelleria


2


Lo so, dovevo fare le friselle e non comprarle pronte.

Il fatto è che non le avevo mai mangiate per cui è giusto prima comprarle per vedere come sono e poi provare a farle a casa per operare, poi, un giusto confronto.

Perdonata?

Mi sono piaciute moltissimo e mi sa che prima o poi proverò a farle.


Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it


Ingredienti:

Friselle di Altamura di grano duro rigorosamente comprate – pomodorini – origano – olio extravergine d’oliva – sale e pepe – capperi di Pantelleria Bonomo e Giglio – acqua -


Come da tradizione pugliese le friselle vanno prima bagnate e poi condite.

In un piatto versare un po’ d’acqua e bagnare le friselle da entrambi i lati ( non vanno bagnate troppo altrimenti diventano troppo morbide, in questa operazione bisogna essere veloci ).

Condirle subito con dei pomodorini tagliati e conditi con del buon olio extravergine d’oliva, sale e pepe, origano, capperi.


Le ho anche fatte aggiungendo del tonno in scatola….ancora più buone!



3

lunedì 4 settembre 2017

I fusilli freddi con sgombro, zucchine e polvere di capperi


1

Avevo programmato di fare questo primo freddo con il tonno…….poi ho cambiato idea: meglio lo sgombro!

Ho preparato questa pasta con delle dolcissime zucchine rotonde comprate a Pantelleria durante la mia vacanza ospite a casa dei miei amici Antonio e Rossella ( Salsapariglia ).

2


IMG_8465

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it


Ingredienti:

Due grosse zucchine rotonde di Pantelleria ( una pesava 413 g , l’altra 350 g ) – 10 pomodori piccadilly – 2 scatolette di sgombro sott’olio da 125 g ciascuna – 130 g di formaggio feta greca – 20 piccole foglie di menta – 1 limone ( scorza e succo ) – alcune olive nere – olio extravergine d’oliva – sale e pepe – una spolverata di polvere di capperi Bonomo e Giglio – 700 g di pasta formato fusilli –


Lavare e sbucciare le zucchine. Tagliarle a fette, poi a bastoncini e poi ancora a dadini. Mettere la dadolata di zucchine dentro una ciotola e condirla con olio, succo di limone, scorza grattugiata di limone, sale, pepe ed alcune foglioline di menta. Mescolare e pensare a mettere l’acqua per la pasta sul fuoco.

Mentre si attende la cottura della pasta tagliare a cubetti i pomodori dopo averli lavati, tagliati a metà e svuotati dei semi. Preparare la feta a cubetti ed aprire le scatolette di sgombro buttando tutto l’olio presente.

Scolare i fusilli e freddarli subito con un getto di acqua fredda. Condire la pasta con un giro di olio, le zucchine marinate in olio e limone, la feta, i pomodori, le olive, gli sgombri. Completare con un altro po’ di olio, altra scorza grattugiata di limone e foglie di menta. In ultimo una spolverata di polvere di capperi insaporirà ancor più il piatto.

Coprire con pellicola e conservare in frigorifero fino al consumo.


4




6

martedì 1 agosto 2017

La panzanella toscana

 

2

La prima volta volta che ho mangiato la panzanella ero a cena da mia cugina Antonella,toscana doc.

L’ho assaggiata ed ho subito esclamato: “ sembra couscous ! “

Mi è piaciuta moltissimo ma poi,con tutte le ricette in lista da provare,ho dimenticato di rifarla a casa.

Sono trascorsi gli anni…….

Oggi, con questo torrido caldo, è arrivato il momento di fare la panzanella.

So che ci sono tante varianti di questa ricetta ma la prima volta l’ho preparata nella maniera classica ( anche se il cetriolo ci sarebbe stato proprio bene……)

 

10

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

 

Ingredienti:

300 g di pane duro a fette senza la crosta– 350 di pomodorini a metà – due cipolle rosse – un mazzetto di basilico – sale e pepe – olio extravergine d’oliva – aceto di vino bianco – acqua -

 

Ammorbidire le fette di pane nell’acqua e lasciarle a mollo per un’ora.

Poi strizzarle bene e sbriciolarle con le mani.

Mettere il pane in una ciotola e condirlo con i pomodorini tagliati a metà,fette di cipolla rossa,basilico spezzettato con le mani,olio e poco aceto.

Sale e pepe completeranno il piatto che va consumato freddo di frigorifero.

 

56

 

 

7

 

 

8


Buone vacanze a voi, ci risentiamo i primi di settembre.

martedì 25 luglio 2017

L’insalata di patate rosse con bottarga e foglie di cappero

6



3


I capperi di Pantelleria rappresentano un ingrediente base della mia cucina.

Quasi tutta la cucina siciliana è fatta di piatti in cui i capperi sono un ingrediente basilare.

Eppure non avrei mai pensato di mangiare un giorno le foglie di cappero!

Una piacevole sorpresa……


Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it


Ingredienti:

600 g di patate rosse – alcune foglie di cappero Bonomo e Giglio – una spolverata di bottarga di muggine – olio extravergine d’oliva – sale  ( poco ) – mezzo lime -


Lavare bene le patate, metterle in un tegame con acqua e poco sale e portarle a cottura.

Sbucciare,dopo fredde, le patate e tagliarle a fette. Preparare una emulsione sbattendo un po’ di olio con mezzo lime spremuto; mettere le patate in un piatto da portata e condirle con l’emulsione di olio e lime. Cospargere sopra una spolverata di bottarga di muggine ed aggiungere le bellissime foglie di cappero sott’olio.


5



7

lunedì 17 luglio 2017

I rigatoni con pesce spada e pesto ballarò

 

2

 

Nel 2011 avevo postato questa ricetta dello chef siciliano Marcello Valentino.

Ora l’ho rifatta con l’aggiunta del pesce spada.

 

Ricetta postata da Maria Bianco in panzapresenza.blogspot.it

 

Ingredienti:

tre mazzi di basilico -10 foglie di menta - un cucchiaio di scorza grattugiata di limone -10 pomodorini di Pachino - 50 g di mandorle tostate -20 g di pecorino semi stagionato grattugiato -4 cucchiai di olio extravergine d’oliva -sale q.b.

Inoltre:

pasta formato rigatoni – una fetta di pesce spada – uno spicchio d’aglio – vino bianco secco – olio e sale.

 

 

Riunire tutti gli ingredienti in un mixer e frullare il tutto.

In una padella rosolare in olio lo spicchio d’aglio tritato,unire il pesce spada a dadini e qualche pizzico di sale ;dopo qualche minuto,il vino bianco. Fare evaporare e poi spegnere il fuoco.

Unire la dadolata di pesce spada al pesto ballarò.

Cuocere i rigatoni ed unirli al condimento,mantecando il tutto. 

 

3

Ho preparato un’altra dose di pesto……

I bicchierini sono quasi pronti ( manca la pellicola sopra ) per essere congelati per l’inverno……

7

 

 

5

lunedì 10 luglio 2017

Il gelato al latte condensato e yogurt greco

 

5

Questa è una delle tantissime ricette veloci viste nel web ( questa volta da un sito straniero “ las recetas de mam “ ma poi ho visto che è presente anche in tanti blog italiani).

Solo tre ingredienti ed il gelato è fatto.

 

4

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

 

Ingredienti:

250 g di latte condensato - 115 g di yogurt greco senza zucchero - 75 g di latte intero -

 

 

In un tegamino riscaldare il latte e sciogliervi il latte condensato.Aggiungere lo yogurt e mescolare bene il tutto.Mettere il composto in un contenitore adatto al congelatore e conservare.Ogni tanto aprire il congelatore e mescolare il composto.

L'ho servito con alcune ciliegie al liquore.

 

 

2

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...