Informazioni personali

Le mie foto
Mi chiamo Maria e sono una gran mangiona. Mi piace tutto ad eccezione del cibo cucinato male. Mi piace cucinare sempre nuove pietanze e quando non ho piatti e padelle da lavare, mi sento triste. La mia cucina è ricchissima di caccavelle di tutti i tipi; il solo vederle in un negozio mi fa soffrire: le voglio a casa mia!!! Prediligo i dolci e tutti gli impasti lievitati ma non disdegno il resto. La mia vita ruota intorno a due pilastri: la culinaria e la scuola infatti, se mi cercate, mi trovate o in cucina o in un'aula scolastica. Ho aperto questo blog per conservare le ricette provate e poi perchè non voglio essere obsoleta e desidero dimenticare il buon vecchio quaderno di ricette scritte a mano.

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

venerdì 8 luglio 2011

I filetti di sgombro sott’olio

3

 

 

1

Tutti sappiamo che lo sgombro è un pesce azzurro buono e non costoso.(io l’ho pagato 8 euro al kg e voi quanto lo pagate? Può essere anche interessante raffrontare i prezzi di uno stesso prodotto in varie città d’Italia ).

Spesso si trova sulle tavole degli italiani cucinato in vari modi (un classico della cucina trapanese è “ u scurmu allardiato” ) ed io oggi lo propongo nel modo più semplice: in olio d’oliva.

La bontà di questo piatto sta,soprattutto,nella qualità degli ingredienti: il pesce fresco di giornata,dall’occhio vivo e vispo (e non da “pesce lesso”,spetta a me farlo poi diventare lesso!!! ),il buon olio extravergine di Sicilia,quello del mio uliveto, un odoroso origano,dei limoni appena raccolti e profumatissimi……e qualcosa d’altro.

Avendo questi ingredienti il gioco è fatto (o meglio dire il piatto è fatto).

Notizie prese dal web:

Lo sgombro è un pesce azzurro di medie dimensioni dal corpo fusiforme, che conduce vita pelagica. La colorazione di base sul dorso è blu-verde, con linee trasversali di andamento irregolare e di colore nero marcato; i fianchi ed il ventre sono bianco-argentati, con nessuna macchia.   Lo sgombro è un pesce gregario, ma spesso caccia individualmente; si nutre in primavera di pesci e cefalopodi. Durante il periodo riproduttivo, da maggio a luglio, digiuna poi successivamente inizia nuovamente a nutrirsi di piccoli pesci, specialmente di sardine. Depone le uova in estate. Raggiunge la lunghezza di 50 cm, ma le dimensioni degli sgombri pescati variano tra i 20 e i 40 cm.
Lo sgombro è presente in tutto il Mediterraneo, Mar Nero, lungo le coste atlantiche dell’Europa e dell’America settentrionale. Vive in banchi molto numerosi con individui della sua stessa taglia presso la superficie o a media profondità, fino a 200 m; in primavera-estate si sposta vicino alla costa, mentre in inverno si sposta nelle acque più profonde e mangia meno. Durante il periodo riproduttivo vive in prossimità della costa.

 

Ingredienti (per una ciotola grande)

3 kg di sgombri freschissimi

Sale

Olio extravergine d’oliva

Origano

Peperoncino

Fette di limone con tutta la scorza

Qualche foglia di alloro

Pepe nero in grani

Alcuni spicchi d’aglio interi

prezzemolo

 

Pulire il pesce togliendo la testa e le interiora (lo so è un lavoro un po’ antipatico ma una volta che ci si abitua diventa lavoro di routine).

Lavarlo sotto il rubinetto e salarlo abbondantemente(quando si fa il pesce lesso bisogna adoperare sempre parecchio sale )

Metterlo in uno scolapasta con sotto una ciotola e conservarlo in frigorifero (questo si fa anche un paio d’ore prima al fine di far prendere di sale il pesce ).

Mettere un grosso tegame sul fuoco contenente abbondante acqua,qualche foglia d’alloro,prezzemolo e grani di pepe.

Appena bolle ,prendere il pesce dal frigorifero e “gettarlo” dentro facendolo cuocere il tempo che vuole (ihihihihihih mi vien da ridere….ma qual è questo tempo che vuole? Più vago ed indefinito di così!!!!). Ho usato quest’espressione perché se avessi pesato prima il singolo pesce avrei dato il giusto tempo di cottura ma per il salato lavoro “ad occhio” per cui tutto dipende dalla grossezza del pesce.

Una volta lessato,inforcarsi gli occhiali (per tutti quelli che, come me,hanno superato abbondantemente i quarant’anni e non vedono più da vicino) e procedere al “noiosetto” lavoro di pulitura del pesce dalle spine.(il giorno di questo lavoro i miei gattini hanno fatto un pranzo da re…).

Ricavare dei bei filetti e depositarli (e non più gettarli,come detto sopra) dentro una ciotola.

Irrorare il pesce di olio ,unire gli spicchi d’aglio interi,l’alloro spezzettato,un pizzico di peperoncino, l’origano,il pepe in grani e le fettine di limone.

Mettere in frigorifero e consumare quando se ne ha voglia,si mantiene bene per 3-4 giorni.

Nota: il pesce cucinato in questo modo si può benissimo conservare in barattoli ben riempiti di olio a coprire il pesce e poi sterilizzati a bagnomaria per 30 minuti.

E’ questo un ottimo modo per avere lo sgombro sott’olio sempre in casa, da servire o come antipasto oppure come secondo per una cena in  famiglia (ma senza il primo!!!!).

Se si sceglie di conservare lo sgombro in barattolo per poi sterilizzarlo,le fette di limone non vanno aggiunte nel vasetto.
Altra nota: i miei figli hanno sempre adorato mangiare il panino con lo sgombro comprato in panineria o rosticceria…ebbene siccome conosco questi panini venduti a Trapani,una sera li ho preparati per loro :

ho spaccato i panini a metà (i nostri panini banana,lunghi,morbidissimi,di grano tenero e con i semi di sesamo….a presto la ricetta!!!)ho messo lo sgombro sott’olio e delle fettine sottilissime di cipolla marina,quella rossa di Tropea per intenderci……hanno “ scialato” (se li sono goduti).

Anch’io,a dire il vero.

 

2

 

4

20 commenti:

  1. Buoni...soprattutto nelle insalotone estive...ciao.

    RispondiElimina
  2. Ma dai ! Adesso anche gli sgombri sott'olio fatti in casa ! Che bella ricetta, come mi incuriosisce, chissà che soddisfazione avere lì tutto quello sgombro fresco, saporito e pronto all'uso !!! prendo nota !!! Un abbraccione !!!

    RispondiElimina
  3. Che bello !!! Molto interessante ! Ci proverò prima o poi a farli . Buonissima giornata

    RispondiElimina
  4. Interessantissima ricetta! bravaaa!

    RispondiElimina
  5. Tu non immagini neanche quanto io amo il pesce, a Trapani ne facevo di mangiate enormi e tra pranzo e cena alla sera avevo sempre una bella panzotta piena. mi appunto la tua ricetta veramente golosa, e magari ci abbino il pane che ho postato oggi per far scarpetta. Baci e buona giornata

    RispondiElimina
  6. adoro lo sgombro! sai che proprio ieri pensavo che volevo fare una ricetta che adoro (lo sgombro in salsa verde...però dovrei trovare la ricetta...lo ordino sempre nel mio ristorante preferito!) cmq ottima anche la tua! complimenti! ;)

    RispondiElimina
  7. Da noi direi che costa qualche euro in più....almeno!
    Buono e salutare....che ne dici di provarlo in oliocottura, le carni acquisiscono una morbidezza sorprendente che ....credo ti potrebbe piacere!

    Un abbraccio

    Fabi

    RispondiElimina
  8. Stupendi questi filettini di sgombro. Bravissima come sempre

    RispondiElimina
  9. @ MAX hai ragione,ottimi con l'insalata
    @ ROSSELLA Eh si cara Rossella,è una soddisfazione
    prepararsi i barattolini in casa.Se non sbaglio a Pantelleria, con lo sgombro sott'olio, ci fanno l'insalata pantesca...l'hai mai postata?
    @HOUSEWIVES,TITTY,MERIS grazie amiche!!!
    @STEFANIA frapoco vado a vedere il tuo pane...
    @ FABIANA vorrei che mi dessi delucidazioni su questo sistema; grazie Fabiana.

    RispondiElimina
  10. Buoni nelle insalate e non solo!

    RispondiElimina
  11. Ma che bella ricetta !!! Ho una domanda. Ma con fette di limone il pesce non diventa dopo amaro? Se voglio mettere tonno in barattolo devo aggiungere fette di limone? Grazie in anticipo per la risposta :-)

    RispondiElimina
  12. @ ANTHONY Hai ragione,ho dimenticato di scrivere che, se si mette il pesce nei barattoli, non bisognaaggiungere le fette di limone.
    P.S. vedi che non è tonno ma sgombro. La ricetta del tonno sott'olio l'ho già postata (tra gli antipasti) ed è diversa.

    RispondiElimina
  13. mio marito ama molto lo sgombro sott'olio e mi vergogno di averlo sempre comprato! questa tua ricette è ottima, mi sa che appena trovo lo sgombro vispo la faccio :)) grazie e baci :X
    ps. anche lui lo ama nel panino :))

    RispondiElimina
  14. @SONIA Ed aggiungici anche qualche fettina di cipolla marina e poi fatti dire da tuo marito come gli sembra il panino.....
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  15. :-))) ups... certamente ... sgombro :-) Grazie per la Tua visita sul mio blog. Io già Ti sto seguendo da un' po. E grazie x la risposta.

    RispondiElimina
  16. che buoni questi filetti di sgombro,il pesce azzurro è il mio preferito:)da noi il prezzo è lo stesso,prima con le lire costava molto meno

    RispondiElimina
  17. Perfetti per un primo piatto oppure nelle insalate ma anche da mangiare così!!!! molto gustosi e salutari, un abbraccio :)

    RispondiElimina
  18. Bravissima Mariabianca, anche io come Sonia mi sono sempre limitata a comprarlo ma adesso non posso più tirarmi indientro, questa ricetta è da provare!
    Buon we

    RispondiElimina
  19. Maria Bianca, grazie per questa ricetta, la proverò...a casa mia piace tantissimo lo sgombro sott'olio!
    Ti auguro un buon w.e.

    RispondiElimina
  20. che meraviglia!!!! la proverò senz'altro!!!! bravissima

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...