Informazioni personali

La mia foto
Mi chiamo Maria e sono una gran mangiona. Mi piace tutto ad eccezione del cibo cucinato male. Mi piace cucinare sempre nuove pietanze e quando non ho piatti e padelle da lavare, mi sento triste. La mia cucina è ricchissima di caccavelle di tutti i tipi; il solo vederle in un negozio mi fa soffrire: le voglio a casa mia!!! Prediligo i dolci e tutti gli impasti lievitati ma non disdegno il resto. La mia vita ruota intorno a due pilastri: la culinaria e la scuola infatti, se mi cercate, mi trovate o in cucina o in un'aula scolastica. Ho aperto questo blog per conservare le ricette provate e poi perchè non voglio essere obsoleta e desidero dimenticare il buon vecchio quaderno di ricette scritte a mano.

Cerca nel blog

giovedì 20 settembre 2012

Gli anellini alla pecorara con pesto di rucola e noci

1

Amo la pasta ed i suoi  condimenti ,adoro quelli veloci e buoni…….eccone uno…..

 

Ingredienti:

500 g pasta fresca formato anellini alla pecorara Mugnaia Di Elice

100 g di rucola

50 g di noci (pesate già sgusciate)

3 cucchiai di parmigiano reggiano

2 spicchi d’aglio

150 ml di olio extravergine d’oliva

sale e pepe q.b.

 

Mentre cuoce la pasta,mettere tutti gli ingredienti (tranne l’olio) in un mixer e frullare. Aggiungere a filo l’olio e frullare ancora.

La cremina verde intenso è pronta per condire gli anellini.

Decorare il piatto con due foglie di rucola e cospargere con altro parmigiano.

 

 

7

ciotola e piatto La Fabbrica Della Ceramica di Susanna De Simone

 

 

2

23 commenti:

  1. cara Mariabianca
    quando vedo questa trafila di pasta non posso fare a meno di ricordare il mio viaggio in Sicilia dove ho conosciuto questa pasta cotta al forno!!Prima di allora non avevo mai visto nè il formato nel quel modo di cucinarlo (non ero ancora una navigatrice accanita del web)....ora che vorrei provarli da me sono ancora introvabili!!!
    Il tuo impeccabile condimento sprint li rende molto accattivanti!! ^_^
    baci

    RispondiElimina
  2. Ma che carini questi anellini,ricordo che a Palermo è un formato di pasta che si usa molto...specialmente al forno,mia mamma è Palermitana e come tale non mancano mai nella sua dispensa,li chiama "anelletti".Questo pesto lo devo proprio provare,a me piacciono tantissimo!

    RispondiElimina
  3. Semplici, semplici e saporitissimi....peccato non aver mai visto in giro questi anelli!
    alla prossima cara!

    RispondiElimina
  4. Adoro questo formato di pasta, mi è troppo simaptico. Peccato che qui si faccia così tanta fatica a trovarlo. Squisito con il pesto di rucola. Un bacio, buona serata

    RispondiElimina
  5. Mariabianca devo assolutamente fare questo pesto, le mie papille gustative stanno impazzendo! Brava e complimenti!
    Un bacio
    Paola

    RispondiElimina
  6. E' un piatto speciale!
    Sarà di sicuro buonissimo!!!

    RispondiElimina
  7. nooooo!!!mi piace anche questooo!!! Ma come devo fare con te!!!!Alla tua domanda rispondo.....Siiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!! fammi sapere quando e ci sarò molto molto volentieri, a prestissimo!!!

    RispondiElimina
  8. Adoro questo tipo di pasta,mantiene molto bene la cottura,anche se purtroppo qua non è facile da trovare!!E il pesto poi alla rucola ci sta una meraviglia!!Un abbraccio cara e bravissima come sempre!!

    RispondiElimina
  9. ciao, questo pesto di rucola mi mancava, molto invitante, bello anche il formato della pasta, a presto

    RispondiElimina
  10. Ciao carissima gli anelletti mi ricordano la Sicilia, ho sempre un pacchetto in dispensa ma con questo pesto non li avevo mai assaggiati!!!! Bravissima e grazie per la ricetta

    RispondiElimina
  11. Ed io ti faccio compagnia cara Mariabianca, amo i primi piatti e sono sempre alla ricerca di nuovi modi per condirla! Questo pesto merita assolutamente di essere provato! Baci e buona serata!

    RispondiElimina
  12. Ciao Mariabianca! Che bontà, pesto e noci è una delizia, complimenti davvero! :) Un bacione, buona serata!

    RispondiElimina
  13. Uhaooo!! Io questo formato di pasta me lo sono portato su da Catania per fare il timballo...fortuna che mi è rimasta una piccola scorta di meno di 300 gr...domani allora la si mangerà con questo ottimo pesto, grazieeee :-)
    Alla prossima

    RispondiElimina
  14. Ma sono gli anellini che si usano per il timballo ?! mi sembrerebbero più grandi ... comunque stupendo piatto con quel pesto saporito ! Complimenti ! Un abbraccione !

    RispondiElimina
  15. No,non sono gli anelletti siciliani ma una pasta fresca,anellini alla pecorara,del pastificio Mugnaia di Elice.

    RispondiElimina
  16. Hola María Blanca es una gran receta sabrosa me encanta el pesto,abrazos y abrazos.-

    RispondiElimina
  17. Questo piatto è una gioia per gli occhi oltre che per la panza! :)

    RispondiElimina
  18. Che forma incredibile che ha questa pasta! scusa lo stupore, ma io non l'ho mai vista così bella cicciosa! Ottimo piatto, un bacione carissima.

    RispondiElimina
  19. Questa pasta è da mangiare con gli occhi, ma lo sai che anche in Abruzzo questo formato è la base di un piatto tipico?...c'è anche un paese in cui fanno una sagra!

    ciao loredana

    RispondiElimina
  20. devo proprio provarlo prima o poi il pesto di rucola!!!
    poi con le noci sembra molto invitante!!! :)
    ciao Maria!!

    RispondiElimina
  21. Buona la pasta! è un tipo che non avevo mai visto qui. Il colore del pesto è davvero solare. Brava come sempre. Ciao a presto.

    RispondiElimina
  22. Vi ringrazio per i commenti.Buona giornata a voi.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...