Informazioni personali

La mia foto
Mi chiamo Maria e sono una gran mangiona. Mi piace tutto ad eccezione del cibo cucinato male. Mi piace cucinare sempre nuove pietanze e quando non ho piatti e padelle da lavare, mi sento triste. La mia cucina è ricchissima di caccavelle di tutti i tipi; il solo vederle in un negozio mi fa soffrire: le voglio a casa mia!!! Prediligo i dolci e tutti gli impasti lievitati ma non disdegno il resto. La mia vita ruota intorno a due pilastri: la culinaria e la scuola infatti, se mi cercate, mi trovate o in cucina o in un'aula scolastica. Ho aperto questo blog per conservare le ricette provate e poi perchè non voglio essere obsoleta e desidero dimenticare il buon vecchio quaderno di ricette scritte a mano.

Cerca nel blog

lunedì 10 marzo 2014

Gli sfizi di gamberetti

 

4

Le ricette da provare sono sempre tante,anzi tantissime.

Conservavo questa ricetta da anni e finalmente è scattato  “ quel non so cosa “ che mi ha invogliato a provarla.

E meno male ( per me)……è una ricetta favolosa !!!!!

L’ho letta, tanti anni fa, su un sito di cucina dove Arabafelice ( la nostra Stefania dalle ricette sempre “ furbe”) spopolava e l’ho rivista nel suo blog e, qua e là, in tanti blog di cucina.

Il sapore di mare e la morbidezza di queste palline sono le due caratteristiche che contraddistinguono questo piatto.

9

Ricetta di Arabafelice in cucina ( che ringrazio )

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

Ingredienti ( ho fatto una dose e mezza )

300 g di gamberetti lessati ( pesati crudi e già sgusciati) – 300 g di latte – 45 g di burro – 30 g di maizena ( amido di mais) – 75 g di farina 00 – un albume e mezzo ( i miei 57 g ) – abbondante prezzemolo tritato – sale e pepe q.b. – pangrattato-olio extravergine d’oliva -

 

In un tegamino mettere il burro a pezzetti e farlo fondere dolcemente.

Appena fuso versare la farina 00  tutta in una volta e mescolare velocemente con una frusta a mano o,come scrive Stefania,con una spatola. Aggiungere,poco per volta,il latte e poi il sale insieme ad un pizzico di pepe bianco. Cuocere il composto per 8 minuti mescolando continuamente. Dovrà essere ben sodo e dovrà staccarsi dalle pareti del tegamino. Ho seguito talmente alla lettera le indicazioni di Stefania al punto che ho ritenuto opportuno mescolare il composto sul fuoco avendo accanto il telefonino per guardare l’orario ( se l’impasto non cuoce bene e rimane eccessivamente morbido si rischia di non mettere a tavola i favolosi sfizi di gamberetti).

Trascorsi gli otto minuti spegnere il fuoco e fare intiepidire leggermente.

Aggiungere la dose di albume (non montato ma soltanto mescolato),i gamberetti già lessati e tritati grossolanamente,la maizena ed il prezzemolo tritato finemente.

Controllare il sale e,se necessario,aggiungerne un pochino.

Porre il tegamino con il composto in frigorifero per almeno un’ora.

Una volta che il composto è ben freddo preparare delle palline di uguali dimensioni ( quanto mi piace fare palline !!!!) e rotolarle nel pangrattato.

Friggerle in abbondante olio di oliva ( ho usato il wok).

Una tira l’altra………….provate!!!!!

Nota: Si consiglia di mangiarle calde appena fritte.

Stefania sottolinea anche che si possono cuocere un’ora prima e poi scaldarle in forno oppure che si possono congelare da crude e friggerle direttamente congelate oppure ancora che si possono tenere impanate e non fritte uno o due giorni in frigorifero.

 

1

piatto e bicchieri della nuova collezione Bambini  “ Amici Origami”di Cartaffini

 

5

26 commenti:

  1. devo farle Maria, saranno perfette per l'aperitivo ! Buona settimana, un bacione

    RispondiElimina
  2. Hanno un aspetto delizioso, voglio provarle! Buona giornata :)

    RispondiElimina
  3. Mmmmh che stuzzicanti!Uno sfizio facile da fare e sempre molto gradito, specie in occasione degli aperitivi con gli amici!Buon lunedì!

    RispondiElimina
  4. Come ti capisco Maria gia' anche io quando entro nelle Vostre cucine a "curiosare" prendo nota e archivio ne ho tantissime alcune gia' provate ma diverse da realizzare.... che delizia.....son davvero invitanti a presto Giovanna

    RispondiElimina
  5. Devono essere proprio come le ciliegie! Complimenti a te e a Stefania.

    RispondiElimina
  6. ciao cara
    davvero una ricetta super furba :)
    da annotare anche nei mie to do :*
    baciotto e buona settimana

    RispondiElimina
  7. che golosità !!!!! mia cara sei proprio una tentazione....bravissima un abbraccio...

    RispondiElimina
  8. Mamma santa, quante ne mangerei !

    RispondiElimina
  9. Tu e Stefania insieme una doppia certezza di bontà ! da fare assolutamente!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  10. Ma che belli sono proprio invitanti!!!

    RispondiElimina
  11. Grazie,buon lunedì a voi.
    Presto verrò a trovarvi nei vostri blog.

    RispondiElimina
  12. Che meraviglia, devono essere davvero sfiziosissime

    RispondiElimina
  13. me le mangerei tutteeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!! senza ma e senza se!

    RispondiElimina
  14. fantastiche,che buone,brava

    RispondiElimina
  15. Golosi e bellissimi x un aperitivo!!!
    un abbraccio a presto ^__^

    RispondiElimina
  16. super super sfizioso! qui davvero uno tira l'altro!!!

    RispondiElimina
  17. Anche io preferisco consumare a caldo...soprattutto il fritto. Interessante questa preparazione sul fuoco. Buona giornata Ale.

    RispondiElimina
  18. si si siiiii mi piacciono assai!!! e credo che piacerebbero a tutti qui, bravissima ad averla proposta, baciuzzi

    RispondiElimina
  19. Che bella idea!!!!!! Mi farebbe molto piacere se passassi dal mio blog: http://golosedelizie.blogspot.it/
    ti aspetto ^_^

    RispondiElimina
  20. Eh sì, sono proprio golose, viene da allungare una mano!
    V

    RispondiElimina
  21. La ricetta precedente l'ho copiata e messa via, questa copio e metto via...Antonio approva contento. Ciao Maria anche questa una ricetta super ! Un abbraccione !

    RispondiElimina
  22. Grazie per i vostri commenti.

    RispondiElimina
  23. che sfiziositàààà
    è una vita che dico che devo farli, poi l'Araba felice è una garanzia.

    RispondiElimina
  24. li posso fare al forno?graziie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio di provarli la prima volta fritti e poi tentare di farli al forno.
      Personalmente li ho fatti fritti e sono una meraviglia.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...