Informazioni personali

La mia foto
Mi chiamo Maria e sono una gran mangiona. Mi piace tutto ad eccezione del cibo cucinato male. Mi piace cucinare sempre nuove pietanze e quando non ho piatti e padelle da lavare, mi sento triste. La mia cucina è ricchissima di caccavelle di tutti i tipi; il solo vederle in un negozio mi fa soffrire: le voglio a casa mia!!! Prediligo i dolci e tutti gli impasti lievitati ma non disdegno il resto. La mia vita ruota intorno a due pilastri: la culinaria e la scuola infatti, se mi cercate, mi trovate o in cucina o in un'aula scolastica. Ho aperto questo blog per conservare le ricette provate e poi perchè non voglio essere obsoleta e desidero dimenticare il buon vecchio quaderno di ricette scritte a mano.

Cerca nel blog

mercoledì 4 giugno 2014

Le polpette di finocchietto selvatico

4bis

 

Tempo di sarde….tempo di pasta con le sarde…..

Noi siciliani rispettiamo sempre le tradizioni e quando troviamo delle sarde freschissime dobbiamo “ per forza” fare la pasta con le sarde ( bucatini però…mica qualunque tipo di pasta!!!)

Le nostre campagne,in questo periodo, sono piene di rigoglioso finocchietto selvatico ed andare a raccoglierlo è anche questo un rito.

Ma oggi non vi mostrerò i miei bucatini con le sarde bensì le polpette di finocchietto selvatico.

Ancora mi chiedo come ho fatto a superare il mezzo secolo e non aver mai preparato queste “ divine “ polpette.

Non solo non le avevo mai preparate ma,cosa ancor più grave,non le avevo mai mangiate.

BOCCIATA come foodblogger siciliana!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ne ho fatte poche per prova……e sono pentita,anzi pentitissima!

 

7

 

Ricetta postata da Maria Bianco in panzaepresenza.blogspot.it

 

Ingredienti:

150 g di finocchietto selvatico ( pesato già bollito)- 2 uova – 30 g pangrattato - 30 g di pecorino stagionato ( in mancanza ci si accontenta del parmigiano)  – uno spicchio d’aglio – 25 g di uvetta piccola di Corinto - sale e pepe q.b. – una manciata di pinoli – olio extravergine d’oliva -

Inoltre:

una grattugia Microplane serie classica premium ( per grattugiare il pecorino)

 

1

Raccogliere ( o comprare) il finocchietto selvatico,lavarlo,farlo a pezzi e bollirlo in acqua bollente salata.

Metterlo a scolare dentro uno scolapasta.

In una ciotola mettere il finocchietto bollito ulteriormente tagliuzzato ( mi raccomando,non frullato ma soltanto tagliato con il coltello),le uova,il pangrattato,il pecorino grattugiato,uno spicchio d’aglio tritatissimo,una piccola manciata di pinoli e l’uvetta precedentemente ammollata in acqua tiepida.Aggiungere un pizzico di sale ed uno di pepe; amalgamare il tutto.

L’impasto deve risultare morbido per cui sconsiglio vivamente l’aggiunta di altro pangrattato ( ho dosato il tutto per voi…..io vado sempre ad occhio ).

 

Preparare delle polpette di forma allungata e friggerle in padella con olio caldo.

Erano poche ma,a tavola,ne sono arrivate pochissime…….

 

Nota:

Dato che vi avevo parlato di bocciatura,ora che ho pesato tutti gli ingredienti, c’è speranza di essere almeno rimandata a Settembre…….ahahahahahah…….

 

1

 

23

 

 

6

 

 

12

 

Con questa ricetta partecipo al contest di Il gatto ghiotto in collaborazione con Terre Ducali

 

 

banner-ok

22 commenti:

  1. Devono essere una bontà. Mi piace molto il finocchietto selvatico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me.....grazie e buon pomeriggio.

      Elimina
  2. E siamo due allora le siciliane private di una bontà così grande per tutto sto tempo ! Vediamo che tipo di finocchietto riesco a trovare qui al nord....e ti dirò ! Grazie per i tuoi sforzi, le tue ricette sono sempre un gradito regalo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Loredana per le continue visite che fai al mio blog.
      Se trovi il finocchietto prova e fammi sapere. Sono sicura che ti piaceranno.

      Elimina
  3. Mhhh trooooopppoooo gustose!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Favolosaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa appena trovo un mazzetto di finocchietto le preparo!!! A presto LA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attendo allora tue notizie in proposito.

      Elimina
  5. Il profumo del finocchietto è insuperabile, cosa si perde chi non lo conosce!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero....buona serata a te Barbara.

      Elimina
  6. mi avevano regalato un pò di finocchietto selvatico e non sapevo di queste polpette, mannaggia devono essere proprio buone, bravissima

    RispondiElimina
  7. Wow! Davvero particolari ed invitanti!!

    RispondiElimina
  8. cavolo che buone le sarde!!! le trovassi qui!! :( e lo stesso dicasi per il finocchietto!! voglio aggiungere il tuo blog, mi piacciono le ricette :) e ti invito ad aggiungere il mio... http://thatisammore.blogspot.co.uk/

    ciaoooooooooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Grace,questa sera visiterò il tuo blog.

      Elimina
  9. Risposte
    1. Piacere di conoscerti,questa sera vengo a far visita al tuo blog.

      Elimina
  10. Ciao carissima, questo piatto con pochi ingredienti, ma tutti speciali deve essere fantastico.
    Adoro il profumo dell'aneto e quindi anche del finocchietto selvatico, che però non trovo.
    Così, mi godo le tue polpette e poi vado a nanna, vista l'ora.
    Serena notte e a rileggerci tra ricette e sorrisi :-D

    RispondiElimina
  11. Tu non trovi il finocchietto ed io non trovo l'aneto....un abbraccio.

    RispondiElimina
  12. .....nemmeno io le ho mai preparate ma me ne hanno sempre decantato il gusto.....bocciata anch'io ma...provvedo subito!!! baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provvedi e fammi sapere se ti sono piaciute.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...